SPACE FOR YOUR IMAGE DESCRIPTION OR TITLE

Madrid: La Ciudad del Sol

Another amazing experience, another trip short but great. This time with a new destination, a new place to discover: Madrid. The city that never sleep. The city where the sun always shine. The city full of life. Believe me, you won't never be tired to live there. I couldn't enjoy it how I wanted, in fact I was there only for 2 days. But these were some of the most wonderful day of my life. Let's start from the Gran Via: the main street, infinite, full of buildings and high costructions as the skyscrapers. It is the heaven of shopping, in fact you can find 2-3 floors shops as H&M, Zara (that was born in Spain), Mango, Topshop, Custo, Desigual, ecc..., coffee shops, restaurants, and characteristic shops. You will realize that the prices are very low, of everything. Let's move to the Banco de España, a huge building which houses the central bank of Spain. Proceeding we can find the Puerta de Alcala, one of the most important building of the city that is in the Plaza de la Indipendencia. Then we can find the green lung, Parque del Buen, with a little lake where you can rent a rowing boat. We move to the cultural area of Madrid, where there are some of the most important museums of the world. From the Reina Sofia Art Centre Museum, where you can admire the paintings of Van Gogh (that unfortunately I couldn't see), then the Thyssen Musem (with a photo exhibition of Mario Testino's shoots), and the Prado Museum, where there are the most important Impressionist and Renaissance works of painters as Goya, Velasquez, Tintoretto and others. Near the Prado you can find the green heart: the Royal Botanic Garden. A sweep of flowers, plants and trees merging together to create a singular fragances and colours' atmosphere. Than let's go to the Puerta del Sol, a square with the main metro station called Sol. Stopping to the Colòn station we have the Hard Rock Cafe and continuing for the Paseo della Castellana we can fin the maining griffed shops, a really charming and cosmopolitan quartier. Finally I recommend you to see the Santiago Bernabeu stadium, even if you're not a football lover (as me!). Maybe you'll meet Cristiano Ronaldo training with the Real Madrid., as almost happened to me. I say "almost" because if I could go into the stadium I would see him closer instead by the external grating !. And finally Madrid has greet us with an amazing "goodbye". This year the Gran Via makes 100 years and for the occasion it was closed to the traffic and there was music (from the 80's to now), lights, and many many people. A really amazing party that lasted all night long. Madrid greeted us in this way, with the promise to welcome us with open arms whenever we want

P.S: Obviously I haven't had the opportunity to see more interesting things, as the Royal Palace, other museums, and the Ritiro Park, but I promised myself that I'll come there to admire better this city.

Un'altra esperienza magnifica, un altro viaggio se pur breve, comunque incredibile. Questa volta con una nuova meta, un nuovo posto da scroprire: Madrid. La città che non dorme mai. La città dove splende sempre il sole. La città piena di vita. Credetemi, non vi stanchereste mai di vivere lì. Non ho potuto godermela come avrei dovuto, infatti sono stata là solo per 2 giorni. Ma sono stati alcuni dei giorni più belli della mia vita. Si parte dalla Gran Via: la strada principale, infinita, piena di edifici e costruzioni di un'altezza pari a quella dei grattacieli. E' davvero il paradiso dello shopping, infatti vi si alternano negozi di minimo 2-3 piani quali H&M, Zara (che nasce proprio in Spagna), Mango, Topshop, Custo, Desigual,  ecc..., a caffetterie, ristoranti e negozi caratteristici di articoli di ogni genere. Vi renderete conto che i prezzi sono davvero molto bassi, in tutto. Ci spostiamo poi verso il Banco de España, un enorme edificio che ospita la sede centrale della banca spagnola. Procedendo troviamo la Puerta de Alcala, uno dei monumenti più significativi della città che si trova nella Plaza de la Indipendencia. Troviamo poi un polmone verde immenso, ovvero il Parque del Buen, con un piccolo lago dove si possono noleggiare delle barche a remi. Ci spostiamo poi verso l'area culturale di Madrid, dove sono situati alcuni dei musei più importanti del mondo. Si parte dal Museo Centro d'Arte Reina Sofia dove potete ammirare le opere di Van Gogh (dove purtroppo non sono potuta andare), poi il museo Thyssen (in questi giorni ospitava una mostra fotografica con gli scatti di Mario Testino, che non ho potuto vedere a causa del poco tempo che avevo), e infine il Museo del Prado, dove sono esposte alcune delle maggiori opere Impressioniste e Rinascimentali dei più grandi  pittori, come Goya, Velasquez, Tintoretto e molti altri. Vicino al Prado, trovate il vero e proprio cuore verde di Madrid: il Giardino Botanico. Una distesa di fiori, piante e alberi di ogni genere che si fondono insieme per creare un atmosfera di odori e colori davvero unica. Passiamo poi alla Puerta del Sol, una piazza caratteristica con la più importante stazione della metro, chiamata appunto Sol. Passiamo poi da un'altra parte della città. Scendendo alla fermata Colòn ci troviamo davanti all'Hard Rock Cafe e proseguendo per il Paseo della Castellana e le sue traverse troviamo le più importanti boutique delle maggiori griffe. Un quartire davvero chic, elegante e cosmopolita. E infine vi consiglio di vedere, almeno da fuori, lo stadio Santiago Bernabeu, anche se non siete appassionati di calcio (tipo me !). Potrebbe capitarvi di incontrare Cristiano Ronaldo in allenamento con il Real Madrid, come è quasi successo a me. Dico "quasi" perchè se fossi entrata nello stadio avrei potuto vederlo da vicino anzichè dalle grate esterne !. E infine Madrid ci ha calorosamente salutato con un magnifico "arrivederci" e non con un "addio". Quest'anno infatti la Gran Via compie 100 anni e per l'occasione la sera del 3 Ottobre la strada è stata chiusa al traffico per tutta la notte ed ha sostituito i taxi e il caos quotidiano con la musica (che spaziava dagli anni '80 ad oggi), con le luci e tante, tante, tante persone. Una festa davvero suggestiva che, se non fosse stato per la pioggia (che comunque non è riuscita a fermare questo spettacolo), sarebbe stata ancora più bella. Madrid ci ha salutato così, con la promessa di accoglierci a braccia aperte ogni qual volta che vorremo.

P.S: Ovviamente non ho avuto l'occasione di vedere tutte le cose più interessanti, come il Palazzo Reale, i vari musei e il Parco del Ritiro, ma ho promesso a me stessa che tornerò ad ammirare meglio questa città.





































2 comments:

Fashion Flakes All rights reserved © Blog Milk Powered by Blogger